Concorso PREMIO MIMOSA 2012 - 7°edizione - RIDO PERCHE SONO Stampa
Lunedì 20 Febbraio 2012 10:40
PREMIO MIMOSA 2012

“Sorridi sempre, anche se è un sorriso triste, perché più triste di un sorriso triste c’è la tristezza di non saper sorridere”.
(Jim Morrison)


7° edizione: RIDO PERCHE’ SONO


Il riso, il sorriso, l’autoironia possono favorire i rapporti, sciogliendo le  tensioni, diminuendo l'ostilita', accentuando la complicità, il senso di condivisione e la serenità degli individui. Eppure il riso per secoli è stato censurato, soprattutto nei comportamenti delle donne, assimilato alla follia, considerato non meritevole di studio né dalla scienza né dalla filosofia.
Il Comune di Narni- Assessorato alla Cultura e alle Pari Opportunita e l’Associazione Minerva in occasione dell’ Otto Marzo 2012 promuovono un concorso di scrittura narrativa finalizzato a promuovere il racconto di momenti in cui siano state vissute esperienze pertinenti con la tematica suggerita, per evocare ricordi significativi, per esprimere idee, sensazioni, stati d’animo, per affermare ideali, sogni, punti di vista.
I racconti potranno riguardare storie di vita vissuta o di pura fantasia e dovranno avere per protagoniste le donne, con tutto ciò che il loro variegato universo può rappresentare. “Altro elemento immancabile è l’autoironia, che deriva dalla capacità di confrontarsi sinceramente, di guardarsi con occhi diversi, di uscire per un attimo dai propri panni e confrontarli, per pochi secondi, con il resto dell’umanità, considerandoli per quello che sono realmente. Ciò permette di compiere un distacco emotivo dal proprio problema: se sono in grado di ridere di me stesso, divento più
grande e più forte e il mio problema si ridimensiona.
In più, divento un soggetto attivo, opero per apportare dei cambiamenti ed esco dalla passività. Nietzsche diceva: Non si può ridere di tutto e di tutti, ma almeno ci si può provare. Sorridere è un gesto apparentemente spontaneo, ma in realtà è carico di grande intenzionalità e volere. Se sorridiamo a qualcuno, quasi sicuramente quel qualcuno sarà pronto a ricambiare. E quella risposta, quella prova di contagio, sarà sufficiente per farci comprendere che nella vita, in fondo, vale sempre la pena sorridere” (Valentina Perrone, del sorriso e del riso).

L’iniziativa si propone di:

promuovere e valorizzare la cultura legata al mondo femminile;
affermare il punto di vista femminile;
contribuire a realizzare pratiche di uguaglianza delle opportunità;
contrastare la cultura falsamente neutrale di alcuni prodotti mediatici tesi a rendere la figura femminile oggetto di consumo, generando nuove discriminazioni e violenze;
esprimere, condividere e sostenere il valore delle differenze.

REGOLAMENTO
ART. 1

Il concorso è aperto a tutti, uomini e donne, di qualsiasi nazionalità ed età. Le scuole (medie inferiori e superiori) potranno partecipare con lavori sia individuali che di gruppo.
La partecipazione è gratuita.

ART. 2

I racconti, in lingua italiana, devono avere una lunghezza massima di 90 righe; ogni riga preferibilmente massimo di 58 battute e, comunque, in totale non oltre 5300 battute compresi gli spazi.
Al fine di consentire una corretta trasposizione dei testi, i racconti dovranno essere redatti in WORD (o similari) con caratteri di uso corrente (Times New Roman, Arial…) e senza particolari formattazioni di testo.
I racconti non devono contenere  disegni, grafica e nessun altro tipo di illustrazione.
Ad esclusione delle scuole, ogni partecipante può inviare un solo elaborato.
Nel caso di autori minorenni è obbligatoria l’autorizzazione a partecipare da chi esercita la potestà parentale con la specifica dei relativi dati anagrafici. Nel caso di partecipazione delle scuole, sarà la scuola stessa ad impegnarsi per l’autorizzazione.

ART. 3

I racconti inediti e liberi da contratti editoriali dovranno essere inviati esclusivamente tramite mail entro e non oltre il 16 MARZO 2012 ai seguenti indirizzi:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

L’invio dovrà essere corredato dai dati identificativi dei partecipanti (nome, cognome, indirizzo, età, professione, recapiti telefonici), del titolo dell’elaborato e della categoria in cui si concorre:
-    categoria A), riservata agli adulti;
-    categoria B), riservata agli alunni alla scuola secondaria di 2° grado;
-    categoria C), riservata agli alunni della scuola secondaria di 1° grado.
Il racconto dovrà essere inoltrato unicamente a mezzo allegato anonimo, ripetendo il titolo, onde consentire alla commissione una valutazione oggettiva dello stesso.
Nel caso di partecipazione delle scuole, sarà la scuola stessa ad inviare via mail gli elaborati.

ART. 4

Non verranno presi in considerazione i racconti:

che non rispetteranno quanto previsto all’art. 2;
che perverranno oltre la scadenza prevista dal presente bando;
che verranno inviati per vie diverse da quanto previsto all’art. 3.

ART. 5

Il presente bando viene pubblicizzato sui siti internet del Comune e dell’Associazione e tramite i media locali.

ART. 6

I racconti pervenuti saranno sottoposti all’esame di un’apposita giuria che definirà i criteri di valutazione e proclamerà  a suo insindacabile giudizio 3 racconti vincitori.
La giuria esaminatrice è  così composta:
Presidente: Annalaura Bobbi (scrittrice)
Segretarie senza diritto di voto: Mariacristina Angeli (presidente associazione Minerva) e Santicchia Andreina (ufficio cultura Comune di Narni)
Membri: Simona Bozza (assessore Comune di Narni), Dante Ciliani (giornalista) Roberta Isidori (assessore Comune di Narni), Maria Lanari (consigliere Comune di Narni) , Mauro Pulcinella (direttore artistico associazione Minerva), Chiara Rossi (giornalista), Antonio Fresa (insegnante), Claudia Sensi (giornalista), Fiorella Soldà (scrittrice), Marina Toschi (consigliere  di Parità Regione Umbria).



ART. 7

I vincitori verranno premiati con buoni per acquisto libri.
La premiazione verrà effettuata per categorie:
-    categoria A), riservata agli adulti;
-    categoria B), riservata agli alunni alla scuola secondaria di 2° grado;
-    categoria C), riservata agli alunni della scuola secondaria di 1° grado.
L’aggiudicazione, con la lettura dei brani vincitori, si terrà a Narni domenica 25 marzo 2012 alle ore 16.00 presso la Sala del Camino di Palazzo Eroli, alla presenza del Sindaco o dei suoi rappresentanti, dei componenti della giuria e di quanti vorranno partecipare.

ART. 8

Il Comune di Narni e l’Associazione Minerva si riservano la facoltà di pubblicare gli elaborati nei propri siti e di diffonderli tramite altri supporti di comunicazione.  I partecipanti al concorso cedono, contestualmente all’invio dei racconti, il diritto di pubblicazione  senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore; i diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli autori.

ART. 9

La partecipazione al concorso comporta da parte dell’autore, sotto la sua responsabilità, la implicita dichiarazione che le opere sono di sua produzione.

ART. 10

INFORMATIVA ai sensi della legge 196/2003 sulla tutela dei dati personali.
Il trattamento dei dati, di cui  si garantisce la massima riservatezza, è effettuato esclusivamente ai fini inerenti il concorso.

ART. 11

La partecipazione al concorso implica la completa accettazione del regolamento e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali.


INFO:
Ufficio Attività Culturali Comune di Narni 0744 726362
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.comune.narni.tr.it

Associazione Minerva 333 9144745; 0744 751626
contatto facebook Associazione minervA minervAArte
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.associazioneminervanarni.it